Palmare + Stampante = Etichette


Etichetta barcode

L’ultima soluzione partorita dalla Tcf per l‘AP Automotive Products nasce
dall’analisi fatta con gli ingegneri che gestiscono la produzione in AP e dall’esigenza di tracciabilità dei prodotti in lavorazione all’interno dello stabilimento.

L’applicazione consente la stampa diretta di etichette da un palmare a una stampante wireless senza bisogno di server di stampa.
Il sistema è composto da un palmare Motorola con lettore barcode integrato e una stampante portatile Zebra QL 420 plus per la stampa di etichette. Entrambi i dispositivi sono stati connessi alla rete aziendale wireless con protocollo WEP in quanto il palmare non consentiva la connessione con protocolli più sicuri.

Il funzionamento è descritto di seguito,

l’operatore che si trova in fondo alla linea produttiva legge con il palmare il codice a barre presente sull’ordine di produzione, inserisce il quantitativo di pezzi prodotti e conferma la stampa. L’applicazione interroga un file proveniente dal gestionale aziendale e ne preleva alcuni dati per la costruzione dell’etichetta dopo di che invia la richiesta di stampa alla Zebra che inizierà a stampare etichette con il formato in figura. In alto il codice prodotto, in basso da sinistra verso destra la linea di produzione di provenienza, il quantitativo di pezzi e la linea di destinazione.
Le etichette stampate su carta termica e adesiva verranno quindi attaccate sui pezzi prodotti consentendo la loro tracciabilità all’interno dello stabilimento. Se durante la comunicazione tra applicazione e stampante qualcosa va storto ad esempio il segnale della wireless è basso e non c’è possibilità di comunicazione viene inviato un messaggio all’operatore che ritenterà la stampa in seguito.

Per la comunicazione con la stampante sono state utilizzate le Zebra SDK che consentono la connessione in bluetooth, seriale o con protocollo TCP/IP (il nostro caso) e hanno già implementato alcuni metodi per il controllo dell’errore o per conoscere lo stato della stampante. Per disegnare il layout dell’etichetta è stato utilizzato il linguaggio CPCL  (Comtec Printer Control Language) della Zebra che consente la creazione di forme, la parametrizzazione dei font e la creazione dei vari tipi di barcode.

Questo articolo lo trovi sotto i post di TCF, portfolio e taggato come , , .

I commenti sono chiusi.